Come si preparano gli "Azzurri" per un Europeo? Risponde il professor Castellacci

Scritto il in Prevenzione e Preparazione atletica.

Massimo Marrucci con Enrico Castellacci

È una Nazionale che corre (in tutti i sensi) e che sta stupendo tutti a Euro 2016 per la preparazione fisica e psicologica. Ma come si fa a raggiungere e mantenere una condizione ottimale pur essendo a fine stagione? Noi abbiamo provato a chiederlo al professor Enrico Castellacci, medico della nazionale, che siamo riusciti a contattare nei giorni precedenti alla partenza degli Azzurri verso la Francia.

Professor Castellacci ci auguriamo che sarà un’estate tinta di azzurro intenso? Come sta andando la preparazione per gli Europei 2016? 

Ovviamente speriamo che il cielo sopra la Francia si tinga di azzurro intenso, consapevoli comunque che si tratta di una competizione sportiva per la quale stiamo facendo il possibile affinché la preparazione sia ottimale, e ben sapendo che sarà il campo a dare le risposte.

Per il fisico degli azzurri quali potranno essere i fattori di rischio? 

I fattori di rischio esistono perché ci troviamo ad affrontare impegni agonistici così ravvicinati dopo un campionato, per i giocatori, estremamente stressante fisicamente e psicologicamente. Quindi è fondamentale la valutazione del recupero. Per questo tra le altre metodiche effettueremo test ematici e salivari che ci consentono un monitoraggio delle condizioni individuali.

Della strumentazione a disposizione del centro di Coverciano cosa ‘porterete’ in Francia? Un bagaglio dove non manca il marchio Sixtus Italia. 

Tra le varie apparecchiature non possono mancare l'ipertermia, il laser, la diatermia e tante altre, tutte rigorosamente fornite dalla Sixtus. Colgo l'occasione per formulare un ringraziamento particolare alla Sixtus stessa che da anni ci supporta con passione e competenza.

Ormai ve ne avvalete da anni, in passato quali episodi e risultati ricorda con maggior piacere? 

Sicuramente la vittoria al Campionato del Mondo 2006 ed il secondo posto agli Europei del 2012. Esperienze esaltanti, oserei dire commoventi e difficilmente descrivibili per l'alta suggestione emotiva.

Quando ci si prepara per un evento sportivo come un Campionato europeo, quanto è importante l’alimentazione? 

L'alimentazione è, ovviamente, estremamente importante non solo per la prestazione, ma anche per i recuperi, fondamentali in questo tipo di competizioni. Da rispettare i criteri di razionalizzazione nei rapporti tra nutrienti, l'idratazione, e una corretta supplementazione sotto controllo medico.